sabato 14 dicembre 2013

Frozen - Il regno di ghiaccio

di Chris Buck, Jennifer lee
Animazione
Walt Disney 2013





La Disney è sempre la Disney e lo conferma ancora una volta con questo bellissimo e prezioso cartone in formato musical ideale per le vacanze natalizie ormai alle porte. 
Ispirato a La regina delle nevi di Hans Christian Andersen, narra la storia di due sorelle, Elsa e Anna, che vivono nel regno di Arendelle. Elsa però custodisce un segreto che non riuscirà a nascondere troppo a lungo: ha la capacità di trasformare tutto ciò che tocca in ghiaccio e neve. Un potere sempre più forte che può divenire anche molto pericoloso. Fino al giorno della sua incoronazione a Regina, dove sopraffatta dall’emozione scatena una tempesta di neve e ghiaccio sul suo regno. Decide così di scappare lontano dove può essere se stessa fino in fondo. Anna deciderà con l’aiuto di Kristoff, della sua renna Sven e del simpaticissimo pupazzo di neve animato Olaf, di riportare la sorella nel regno così da far ritornare l’estate e di gestire questo potere. Con che cosa ciò sarà possibile?

Un musical animato che cattura occhi e cuore. Bello da vedere grazie all’ausilio del 3D ma anche alle bellissimi immagini offerte da una tecnologia sempre più sofisticata.  Anna ed Elsa sono magnifiche e regali, gli abiti che indossano sono incantevoli e tutto lo scenario della città, della neve, degli oggetti è qualcosa di meraviglioso. La storia poi è sviluppata in modo perfetto, senza sbavature o assurdità, anzi ci si perde nel regno incantato tanto da riuscire a staccare gli occhi solo sui titoli di coda. Siamo nel regno della fantasia e l’unica cosa da fare è lasciarsi trascinare in questo mondo magico senza troppi pensieri. Un cartone che mette d’accordo grandi e piccini per la bellezza che in sé racchiude. 
L’immagine della principessa di tradizionale storia è ormai archiviata.
L’immagine della donna si è evoluta anche nei quartieri Disney. E’ una principessa autonoma, imprenditrice di sé che prende le proprie decisioni e commette consapevolmente i propri errori. Ne è passato di tempo dal bacio del principe che sveglia così la sua amata. Siamo dinanzi a una donna nuova, più cazzuta e disinvolta che non perde per questo il proprio fascino, anzi lo amplifica. Elsa è razionale, ha paura di fare del male agli altri; Anna è una sognatrice che si mette in gioco appena necessario. L’amore familiare tra Elsa e Anna è il motore di tutta la favola.
Il pupazzo di neve Olaf è il nuovo personaggio cult, simpatico e tenero, curioso e sincero, diventerà di certo il nuovo amico dei piccini.  


****

Pubblicato su Cinema4stelle

7 commenti:

  1. Ho visto che c'è stata una petizione per far intitolare il film "La regina delle nevi" visto che è ispirato dalla fiaba omonima di Andersen. Tu la conoscevi la fiaba?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ho in videocassetta il cartone e credo di averlo visto 1000 volte. Però chiamarlo La regina delle nevi oltre che un'ingiusta copiatura sarebbe stata solo una forzatura perché Frozen è solo ispirato a La regina delle nevi, ha veramente poche cose in comune.

      Elimina
    2. intendi questo cartone vero: http://www.youtube.com/watch?v=o8qn59ITqbU?
      in effetti da quanto poi ho potuto leggere mi sembra che ci sia davvero poco della fiaba originale. In film tipo Biancaneve, La Bella Addormentata fino alla più recente Rapunzel le fiabe erano adattate ma qui sembra invece che non ci sia quasi nulla della fiaba di Andersen.
      Quello che magari posso dire (non avendo visto il film) è questo character design personalmente sta già cominciato a stufarmi. E' bello senz'altro però mi piacerebbe che la Disney cercasse qualcos'altro, che sperimentasse anche in un nuovo character design. E la Disney l'ha sempre fatto. Per far sembrare più credibile Bambi hanno studiato l'anatomia e si può confrontare appunto i cervi di Bambi con quelli di Biancaneve. Per far sì che i personaggi della Bella Addormentata non venissero "mangiati" dalle scenografie di Eyvind Earle, li realizzarono con una linea molto stilizzata. Tu che cosa ne pensi?

      Elimina
    3. Sì intendevo quello! Nel frattempo l'hai visto?

      Elimina
  2. Felicissima di leggere che ti sia piaciuto! Non vedo l'ora di andarlo a vedere, è decisamente il film d'animazione che mi ispira di più da... bé, dai tempi di "The Brave", in realtà! ^^

    RispondiElimina
  3. Devo vederlo per Natale... del resto, con cosi poca roba in giro... sarebbe un peccato mancarlo ;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...